Desideri e progetti: mini-laboratorio

desideri e progetti

Annunci
Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , ,

Dal me al Sé – seminario residenziale

Una nuova visione delle relazioni d’aiuto
4^ edizione – Seminario residenziale in Sicilia
25 maggio-2 giugno 2019
con Shakti Caterina Maggi e Giusi Carrera

Per info e prenotazioni: Inviare richiesta completa di cv a info@dalmealse.com entro il 21 aprile 2019.

190525_cover_fb_dal_me_al_seTutto sarebbe donato a chi rinunciasse a se stesso assolutamente, anche per un solo istante (Meister Eckhart)

Colui che segue l’Advaita ritiene che “conoscere” sia equivalente ad “essere” (Eliot Deutsch)

Questo corso mette in contatto le relazioni d’aiuto con l’Advaita, una tradizione molto antica (le prime testimonianze scritte a proposito del concetto filosofico di Uno risalgono all’India del II a.C.) che non ha mai cessato di essere condivisa in tante forme e diverse culture.
L’Advaita (non-dualità) offre un radicale cambio di prospettiva, un modo assolutamente “altro” di guardare il mondo, l’umanità, gli eventi dello spazio-tempo, le relazioni. Un modo in grado di proiettare una visione totalmente nuova dell’essere umano e del suo funzionamento: da una parte mette in crisi i presupposti delle attuali visioni psicologiche occidentali e dall’altra li riaccoglie prospettando come radice ultima della sofferenza il senso di separazione.

OBIETTIVI
Il seminario residenziale si svolge su 9 giorni ed è finalizzato a fornire ai partecipanti le prime basi teoriche relative alla psicologia indiana di scuola advaita nonché a favorire il diretto riconoscimento del Sé in modo che sia possibile riavvicinarsi all’attività professionale con una prospettiva che integri la visione occidentale e quella non-duale di stampo indiano.

CONTENUTI
Durante il residenziale si alterneranno momenti esperienziali, spiegazioni teoriche e condivisioni di gruppo. Ogni giornata rappresenta un modulo, composto da quattro unità formative essenziali (meditazioni, lezioni, lavori in gruppo/approfondimenti personali, satsang), e consente di acquisire nuove nozioni nonché di fare esperienza diretta delle implicazioni pratiche degli aspetti teorici. Verranno forniti gli audio delle lezioni e dei satsang nonché una bibliografia di testi in lingua italiana.

1^ giornata (sera)
Introduzione all’intero corso

2^ giornata – Chi sono io, chi è l’altro (parte I)?
Lezione. I concetti di coscienza e identità nella psicologia advaita
Satsang. l’Ahamkara e la mezzaluna di Shiva

3^ giornata – Chi sono io, chi è l’altro (parte II)?
Lezione. Lo “strumento interno” e la psicodinamica dell’individuo nella psicologia advaita
Satsang. Diventare se stessi, come il me si trasforma

4^ giornata – Come mi muovo nel mondo?
Lezione. La responsabilità e l’appropriatezza dell’azione
Satsang. Il Karma

5^ giornata – Come si trasforma la falsa identità?
Lezione. La fisio-kundalini
Satsang. Essere qui pienamente: la Shakti

6^ giornata – Il silenzio
Lezione. Immobilità, silenzio, presenza
Satsang. Il ritorno costante a Shiva

7^ giornata – Cosa vuol dire vivere dalla non-dualità?
Lezione. Inconscio e psicologia advaita
Satsang. Vasanas e Samskaras

8^ giornata – Come mi prendo cura dell’altro?
Lezione. Le prescrizioni tradizionali come guida alla professione
Satsang. Guarire l’altro, guarire sé stessi

9^ giornata (mattino) – Condivisione e chiusura del seminario.

PROGRAMMA DELLE GIORNATE
10.00-10.15 Meditazione
10.15.11.45 Lezione
11.45-13.00 Lavori di gruppo/esercitazioni
Pranzo
15.30-18.30 Approfondimenti personali
18.30-19.30 Meditazioni dinamiche / nella natura
Cena
21.00-22.30 Satsang

DESTINATARI
Professionisti delle relazioni d’aiuto e di sostegno ed educatori (medici, infermieri, psicologi, counselor, coach, terapisti del corpo, assistenti sociali, formatori, educatori, insegnanti…) che hanno incontrato la visione non-duale e che desiderano integrare questo punto di vista nella loro professione.
Numero massimo di partecipanti: 20.

CONDUTTRICI
Shakti Caterina Maggi. Divulgatrice e scrittrice, condivide un messaggio di non separazione tra gli esseri viventi dal 2003 con seminari, incontri, ritiri e pubblicazioni. Il suo approccio sebbene in linea con l’antica tradizione della non-dualità (Advaita, non due), ha una portata del tutto contemporanea invitando ognuno a vivere la sua vita quotidiana a partire da riconoscimento di quello che siamo, incarnando la nostra comprensione e irradiandola nella nostra esistenza.

Giuseppina (Giusi) Carrera. Counsellor accreditata a livello europeo (EAC Full Member), coach e Focusing trainer (Focusing Institute New York). È docente presso il Centro Studi Terapia della Gestalt di Milano, dove si è formata, e in diversi corsi specialistici. Laureata in Filosofia e in Psicologia, ha partecipato ai programmi SAT con Claudio Naranjo e si è formata con Devapath in breathwork. Da anni integra l’approccio non duale con il lavoro di counsellor e formatrice.

INFO PRATICHE
Date seminario residenziale dal 25 maggio al 2 giugno 2019.
Per i dettagli sui costi e sul calendario completo http://www.dalmealse.com
Iscrizioni: Inviare richiesta completa di cv a info@dalmealse.com entro il 21 aprile 2019.

Pubblicato in Uncategorized

Vedi alla voce “desiderio”

Book-Pride-19.png

Sabato 16 marzo 2019 alla Fabbrica del Vapore ci siamo incontrati per una chiacchierata sulla parola “desiderio” con la traduttrice Anna Rusconi e il linguista Massimo Arcangeli.

Ecco i video:

 

Pubblicato in Conosci te stesso, Focusing, Riflessioni | Contrassegnato

Progetti e desideri

 

CSTG

DIALOGHI DI GESTALT
L’esperienza dialettica nelle relazioni d’aiuto
Ciclo di incontri CSTG 2018/2019

PROGETTI E DESIDERI
Conducono Giuseppina Carrera e Silvia Ronzani

13 dicembre 2018 | 19.30-21.30 | Via Cadamosto, 6 – Milano (MM Porta Venezia)

Partecipazione gratuita; per informazioni e prenotazione scrivere a segreteria@cstg.it

Siamo capaci di realizzare i nostri desideri?
La nostra guida ad essere “ciò che vogliamo essere” è l’immaginazione, che ci dà la possibilità di abbracciare idealmente il nostro futuro, di alimentare i nostri sogni e di coltivare le nostre ricerche appassionate. Ma l’immaginazione non basta se vogliamo trasformare il desiderio in una realtà. Per fare completamente proprio un desiderio, proteggerlo e prendersene cura ci vogliono coraggio e impegno, e per renderlo vivo e reale la dedizione si deve trasformare in un progetto, in cui spendere le nostre energie e concretizzare quell’esser-ci che è sempre proiettato avanti rispetto a noi stessi.
Attraverso piccole esperienze ci confronteremo con questi temi, guardando dentro di noi e avanti noi, attraverso il corpo, le emozioni e il nostro mondo razionale, in un continuo e aperto dialogo, per vedere come cuore e cervello possono essere alleati nell’immaginare e nel fare.

GIUSEPPINA CARRERA
Laureata in Filosofia e Psicologia, counselor ad orientamento gestaltico, Focusing Trainer, Coach e docente del CSTG.
SILVIA RONZANI
Laureata in Filosofia, psicologa, counselor ad orientamento gestaltico, ha conseguito l’European Certificate of Psychotherapy rilasciato dalla European Association of Psychotherapy (EAP). Docente del CSTG e co-coordinatrice area counseling di Milano.

Tutti gli incontri sono gratuiti e gli eventuali attestati di partecipazione verranno dati in loco, previa richiesta in segreteria.
Il CSTG è co-fondatore della Federazione Italiana di Scuole e Istituti di Gestalt (FISIG), membro della Associazione Europea di Gestalt Terapia (AETG), Federazione Italiana delle Associazioni di Psicoterapia-FIAP e della European Association for Psychotherapy (EAP).

Locandina progetti e desideri

Pubblicato in Uncategorized

SAND 2018

I’ll wait for you at SAND 2018! www.scienceandnonduality.com/sand18-italy/

July 4th: Principe Room 15:30 – 16:05 Giuseppina Carrera, Counselling and Nonduality

Dhyana.Karen.Maria.Giuseppina

Pubblicato in Advaita - Non dualità, Uncategorized

Dal me al Sé: seminario intensivo su Identità e Risveglio

dsc_0412_zpsde69c1a6con Shakti Caterina Maggi e Giusi Carrera
Maggio 2018 – Palazzolo Acreide

Il risveglio alla nostra vera natura passa dall’abbandonare ogni concetto mentale sull’Io e percepire in modo diretto ciò che siamo oltre a mente e corpo.
La Percezione diventa dunque la strada maestra verso quel Vuoto di cui molte tradizioni spirituali parlano. A partire da questo nuovo spazio di ascolto è possibile accedere a una visione nuova della personalità e dell’ego. Dal me al Sé, e dal Sé poter finalmente testimoniare e trasformare l’espressione del nostro Essere nella forma. Il “me” si dissolve e lascia spazio a una incarnazione cosciente della vera natura.
Costo: € 400,00= tutto incluso (IVA, vitto e alloggio)

Programma
Giovedì 10
20.00-22.00 Identità ed ego. Come si forma il concetto del “me” e qual è il fondamento dell’Io

Venerdì 11
10.00-13.00 Condivisione e approfondimento nel lavoro di gruppo
13.00-14.00 Pranzo
15.00-16.00 Esercizio di percezione
16.30-18.30 Condivisione e approfondimento nel lavoro di gruppo
19.00-20.00 Cena
20.30-23.30 Satsang

Sabato 12
10.00-13.00 Stare “con” la sensazione: Focusing e percezione
13.00-14.00 Pranzo
15.00-18.30 L’attenzione nuda: Focusing e identità
19.00-20.00 Cena
20.30-23.30 Satsang

Domenica 13
9.30-10.30 Meditazione nella natura
10.00-12.30 Condivisione e approfondimento nel lavoro di gruppo
12.30-13.30 Pranzo
14.30-15.30 Considerazioni finali e saluti

Iscrizioni: scrivere a info@dalmealse.com

Pubblicato in Uncategorized

Workshop al Convegno CSTG 2016

Il prossimo 20 novembre dalle 14.30 alle 16.00 terrò un workshop all’interno del Convegno del CSTG 2016 dal titolo: “Focusing: la tentazione di lavorare su di sé”. Info convegno-cstg-2016      programma-convegno-cstg-2016

Focusing

Il Focusing è una pratica che consiste nel rivolgere l’attenzione al corpo per accedere al felt sense, la sensazione corporea carica di significato che secondo Eugene Gendlin (fondatore del Focusing, filosofo e psicoterapeuta) ci narra come viviamo momento per momento e ci fornisce informazioni sul nostro rapporto con il mondo.
Nel processo dell’ascolto di sé vi sono due elementi in gioco, l’ascoltatore da un lato (Io) e ciò che viene ascoltato (il felt sense) dall’altro: in questo workshop concentreremo la nostra attenzione sull’ascoltatore e sulla particolare attitudine che secondo il Focusing è necessaria per un buon ascolto e per evitare comportamenti troppo frettolosi, impazienti, esigenti ed aggressivi verso se stessi, che invece di aiutare l’introspezione, favoriscono una sfiducia nelle proprie capacità.
Il Focusing mostra concretamente come sia possibile ascoltarsi con neutralità e gentilezza per divenire dei “buoni contenitori” di tutto ciò che ci accade.

Pubblicato in Focusing, Gestalt